L’Endodonzia è la branca dell’odontoiatria che si occupa di curare i tessuti interni del dente e le loro patologie. La sua finalità è mantenere l’elemento dentale.
Il trattamento endodontico è un intervento odontoiatrico ambulatoriale che si rende necessario quando la polpa (il tessuto molle interno al dente) è infiammata o infetta per un danno provocato da una carie profonda, dall’esito di interventi sul dente o da un trauma.

La causa più frequente che porta al trattamento endodontico è la carie, che si estende all’interno del dente fino a che i batteri contaminano la polpa, provocandone l’infiammazione irreversibile (caratteristica del tipico mal di denti) o la morte (necrosi). Quando si arriva a questo stadio la cura conservativa che consente di mantenere il dente evitando l’estrazione è la terapia endodontica, o cura canalare o anche più impropriamente devitalizzazione. In generale l’Endodonzia mira a conservare i denti che hanno ricevuto un danno grave della loro struttura che ha portato all’infezione e alla necrosi della polpa, con ripercussioni acute o croniche dei tessuti circostanti, più o meno dolorose.

Si parla di rtirattamento quando è necessario trattare un dente che era già stato sottoposto a una terapia endodontica andata incontro a fallimento. A volte accade che un dente, sottoposto in passato a terapia endodontica, presenti alcune problematiche (es. dolore quando si mastica o lesioni apprezzabili tramite una radiografia). In quel caso può essere indicato ritrattare il dente, ovvero rimuovere tutto il materiale inserito al suo interno durante la precedente terapia, risagomare, detergere ed otturare i canali radicolari.

Si ricorre all’endodonzia chirurgica quando non ci sono le indicazioni per il ritrattamento e in alcuni casi selezionati: in questo caso si esegue il trattamento endodontico sulla parte terminale della radice, l’apice, attraverso un lembo chirurgico. Questa pratica ha una percentuale di successo molto elevata e permette di mantenere in funzione denti che, altrimenti, sarebbero destinati all’estrazione.

La moderna Endodonzia si avvale di strumenti sofisticati per la diagnosi e la terapia, quali lo stereomicroscopio operatorio, i biomateriali innovativi, la strumentazione in leghe speciali.

 


Prima

Dopo

Prima

Dopo